Qualità di esecuzione dei movimenti tecnici

Qualità di esecuzione dei movimenti tecnici

Premessa sulla qualità di esecuzione dei movimenti tecnici

Negli anni di lavoro con la IAAF e la FGI, abbiamo maturato una serie di concetti che portano alla prevenzione dei traumi muscolo articolari. Permettono anche di ottimizzare l’allenamento e spingono il lavoro tecnico e di potenziamento ai massimi livelli senza avere conseguenze traumatiche. Il doppio aspetto di sviluppo delle qualità muscolari e posturali, porta all’aumento della prestazione, alla prevenzione dei traumi e anche al recupero di atleti infortunati.

Tutti gli elementi di base utilizzati nello sport come per esempio il Plank o lo Squat hanno un grande ulteriore vantaggio se allenati dopo aver costruito gli angoli di esecuzione tramite la costruzione del rapporto tra muscoli interagenti dai lati opposti del bacino.

Negli anni migliaia di atleti infortunati si sono avvicinati al “Canali Postural Method” risolvendo le loro problematiche. Tanti altri lo hanno utilizzato come prevenzione potendosi allenare per un decennio senza avere traumi muscolari.

Questo metodo è stato utiizzato con successo da vari atleti Olimpionici. Citiamo Yelena Isinbayeva (CO),  Giuseppe Gibilisco (CM), Flavio Cannone (RM), Thiago Braz da Silva (CO) e Fabiana Murer (CM). Attualmente Ivet Lalova-Collio (100 e 200 mt) e Gabriela Petrova (Triple Jump). Inoltre anche numerosi professionisti del mondo del calcio, del golf, della pallavolo, del basket, del pattinaggio, dei tuffi e tanti altri sport.

Analisi sull’esecuzione dei movimenti tecnici

Nell’educazione fisica moderna si parla di “Core stability” e di Esercizi “Funzionali”. Si demanda a questo o a quell’esercizio una funzione allenante di un determinato aspetto considerato. Si pensa che l’esercizio con i propri contenuti assolva a un compito allenante, rieducativo o di sviluppo di qualche qualità muscolare.

Se analizziamo quanto si vede come esecuzione tecnica nel mondo del fitness e negli sport meno tecnici, parlando non di gesti specifici, ma di “preparazione fisica” o più genericamente nel campo del potenziamento muscolare, lo scenario generale verte a delle esecuzioni DIRETTE dei movimenti. Tralascia pertanto di costruire e di stabilizzare gli angoli articolari necessari a rendere le esecuzioni efficaci.

Leggi l’articolo integrale “Qualità di esecuzione dei movimenti tecnici” su La Palestra.it 2018